Nuda sei semplice come una delle tue mani,
liscia, terrestre, minima, rotonda, trasparente,
hai linee di luna, strade di mela,
nuda sei sottile come il grano nudo.

Nuda sei azzurra come la notte a Cuba,
hai rampicanti e stelle nei tuoi capelli,
nuda sei enorme e gialla
come l’estate in una chiesa d’oro.

Nuda sei piccola come una delle tue unghie,
curva, sottile, rosea finché nasce il giorno
e t’addentri nel sotterraneo del mondo.

come in una lunga galleria di vestiti e di lavori:
la tua chiarezza si spegne, si veste, si sfoglia
e di nuovo torna a essere una mano nuda.

Pablo Neruda/cento-sonetti-damore-1959

8 Risposte to “”

  1. salvatore Says:

    nuda si tu\vola\la to arma pura\curri, sciddica, s’abbrazza\comu lu furmentu ‘nt’all’aria\nuda è la to arma\vola sicura…buon giorno Adriana chissa è pi tia…

  2. E’ una gioia seguirti, Adriana Sole!

  3. Bellissima poesia, Adriana. Solo Neruda riesce a cantare la donna con l’incanti del suo essere.

  4. sì sì l’informativa sui cookie mi appare quando entro da te….inglese come me, ma c’è🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: