Con questa splendida poesia, auguro a Voi tutti, una Pasqua serena insieme alle persone che amate.

Ci rileggiamo presto.

A U G U R I❤

impev

Nessuno comprendeva il profumo
dell’oscura magnolia del tuo ventre.
Nessuno sapeva che facevi martire
un colibrì d’amore tra i denti.

Mille cavallini persiani dormivano
nella piazza con la luna della tua fronte,
mentre io tenevo per quattro notti
la tua vita, nemica della neve.

Tra gesso e gelsomini, il tuo sguardo
era un pallido ramo di sementi.
Cercai nel mio cuore, per dartele,
le lettere d’avorio che dicono sempre,

sempre, sempre: giardino della mia agonia,
il tuo corpo per sempre fuggitivo
il sangue delle tue vene nella mia bocca,
la tua bocca senza luce ormai per la mia morte.

Federico García Lorca

Gazzella dell’amore imprevisto –

8 Risposte to “”

  1. Bellissima poesia del grande Garcia Lorca. Ottima scelta.
    Auguri anche a te di buona Pasqua, Adriana.

  2. Grande Garcia Lorca abbinata a una deliziosa poesia, auguro anche a Te una serena Pasqua.

  3. salvatore Says:

    😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: