Ciao mamma, lettera di un bimbo che non c’è……………………………


Ciao mamma,
Come stai? Io molto bene. Per volontà di Dio pochi
giorni fa mi hai concepito. Non riesco a descriverti la felicità che
sento: tu diventerai mia madre, e mi piace sapere dell’amore con cui
sono stato concepito. Mi sa che sarò il bimbo più felice della terra!

Mamma,
è già passato un mese da quando sono nella tua pancia, e posso vedere
come il mio corpo comincia a formarsi. Non è bello come il tuo, ma
dammi almeno un’opportunità, sono così felice!

C’è qualcosa che mi
preoccupa un po’…mi sto rendendo conto che c’è qualcosa dentro te che
non mi fa star bene, forse è solo un po’ di tristezza…sta tranquilla
mammina mia, passerà presto.

Mamma, sono già passati due mesi e
sono molto felice perché mi sono spuntate le mani, le mie mani! Ho
tanta voglia di usarle per giocarci, per accarezzare il tuo
volto…mammina, cosa ti succede? Perché piangi così tanto di notte?
Non mi vuoi più bene? Se è così, te lo giuro, farò di tutto perché tu
me ne voglia di nuovo.

Questo è il terzo mese, mamma, non capisco
cosa stia succedendo. Oggi siamo andati dal medico ed abbiamo fissato
un appuntamento per domani. Ma io qui mi trovo bene, non ti denti bene
forse, mammina? Che c’è? Perché piangi? Non essere triste, anche io lo
sono insieme a te. Stai tranquilla, andrà tutto per il meglio!

Mamma
non coricarti ora, è molto presto per andare al letto. E poi non ho
sonno, voglio solo giocare con le mie mani… Ah! Cos’è quel tubicino
dentro casa mia? E’ forse un giocattolo nuovo? Ehilà! Che cosa succede?
Mamma! Fermatevi! Non risucchiatemi là dentro! Non toccate la mia
manina! Perché me la stanno strappando? Ho paura…Non vedono forse che
mi stanno facendo tanto male? Mamma difendimi! Digli di smetterla!
Aiutami ti prego…

Mamma aiutami! Non vedi che sono piccino e non
posso difendermi? Ahi la mia gamba, me la stanno strozzando! Ti prego,
digli di smettere, ti prego, farò il bravo, non ti farò più sentire
dolore, sarò il tuo bimbo perfetto!

Perché volete farmi del male,
mamma? Quando sarò gran…de e for…te, mam…ma, ah mamma! Non ne posso
più…mi fanno tanto male…mammina…sto…ahia…aiutami…

Mammina mia perché non li fermi? Aiutami! Ai…u…
BUIO

Mamma sono già passati diciassette anni da quel giorno ed io da qui ti guardo sempre, sei così bella!
Ti
fa ancora male quella decisione che hai preso, ma ti prego non
piangere. Ricordati che io ti voglio tanto bene e che ti aspetto per
ricevere un abbraccio che in vita hai voluto negarmi.

Ti mando un bacio. 


ho trovato questa lettera sul web l’ho voluta riportare per mettere al centro un problema grandissimo quale l’aborto .
leggendola mi è venuta una tristezza infinita pensando a quella mamma ,al suo dolore. chissà se avesse avuto un aiuto,
magari se ci fossero state più strutture per poterle dare una mano….. ma poi ho pensato ai figli concepiti durante una violenza
e mi sono detta , forse qui la legge sull’aborto è giusta???… Comunque a pagare in un modo o nel’altro siamo sempre noi donne.
portare il peso giusto o sbagliato di un’aborto , deve essere devastante…. perchè siamo venute al mondo per dare la vita…………..


Image

 

Annunci

14 Risposte to “Ciao mamma, lettera di un bimbo che non c’è……………………………”

  1. Non penso che sia solo una questione di strutture..Io non ho figli..e mi addolora sapere che chi può averne se ne disfa così facilmente:-(

  2. Non penso che sia solo una questione di strutture..Io non ho figli..e mi addolora sapere che chi può averne se ne disfa così facilmente:-(

  3. Far nascere una vita è un miracolo,interromperla è una sciagura…..Qualche madre sterile lo avrebbe fatto crescere con amore..Oppure un ripensamento della stessa madre avrebbe permesso di far crescere un Amore nuovo. L’Amore tra mamma e figlio.Un Abbraccio, da Carlo.Abbracci

  4. lucetta Says:

    Oltre alla strutture che aiuterebbero a non prendere decisioni orribili , come l’ABORTO, mancano soprattutto il desiderio e la volontà di essere AMORE per una creatura che sta per nascere. Troppo egoismo, troppi calcoli, troppa superficialità e mancanza di controllo dei propri istinti. In giro per i blog si parla tanto d’amore, ci riempiamo tutti la bocca con questa parola "grande e terribile" e troppo spesso confusa con lo sfogo passionale di un attimo che può condurre a conseguenze gravi soprattutto per i giovani che poi non sono in grado di assumersi le proprie responsabilità. Leggendo questo tuo post ho pensato al libro di Oriana Fallaci "Lettera ad un bambino mai nato"

  5. Maria Gabriella Says:

    io credo che comunque l’aborto sia nato come aiuto per chi sa di concepire un figlio gravemente malato o per dare l’opportunità alle donne stuprate e violentate di non far nascere nell’odio un figlio. certo, questa lettera è triste, l’ho letta anni fa sul diario di una mia compagna di classe e devo dire che mi ha fatto venire i brividi. Però ti dirò una cosa, che la scienza non considera persona il feto fino ai 3 mesi di vita, la legge ugualmente, o meglio nella giurisprudenza c’è un forte dibattito per stabilire da quando un soggetto deve essere titolare di diritti. Per adesso il neonato ha diritti solo quando nasce e prima ancora ad essere tutelata è la madre.Comunque una cosa, non voglio soffermarmi molto sulle questioni scientifiche e sociali, che credo che tu sappia già. Voglio essere un pò incoerente su questo discorso.da una parte non nego che i giovani possono avere la libertà di avere rapporti sessuali prima del matrimonio, ma a differenza di 20 anni fa o poco più noi siamo più informati e possiamo facilmente evitare situazioni del genere grazie ai consultori, grazie ai medici, grazie ai migliaia di siti on line che offrono aiuto e consigli a giovani di tutte le età. Abbiamo miriadi di metodi contraccettivi. Abbiamo forse più possibilità noi, che i nostri genitori, di sapere e conoscere i rischi e le modalità di un rapporto sessuale. Eppure ancora oggi i casi di aborto aumentano.Dall’altra parte c’è la Chiesa. Una chiesa che sa solo condannare, solo penalizzare la coppia che decide di rompere il divieto di castità prima ancora di sposarsi. Condanna all’aborto, condanna all’uso di contraccettivi, condanna a qualsiasi tipo di espressione d’amore. Non so cosa dire, cara adriana, solo che viviamo in una confusione sociale che porta davvero a condannare gente che fanno scelte del genere e magari a giustificare un paio di omicidi. Non lo so proprio. Un bacio

  6. ALESSANDRO Says:

    ciao Adriana, ho letto la storia, anche se non si riesce a vedere proprio tutto…per questa mamma deve essere stato un dolore veramente grande, non so i motivi per i quali ha preso quella decisione allora, ma sicuramente si è pentita…e a distanza di diciasette anni ancora ricorda….per me si dovrebbe dare il diritto di vivere a tutti, se proprio non si può o non si vuole tenere un bimbo, ci sono tante persone che lo vorrebbero e disposte a darle tutto il loro amore…un abbraccio Alessandro

  7. Concetta Says:

    Adriana mia che tristezzza legendo ho ricordato il mio aborto spontaneo a 40 anni e con tutti i problemi che avevo aspettavo unbimbo e tutti a dirmi che ero pazza ma io quel figlio non lo avevo voluto ma ora c’ era ed era mio e lo vedevo già. Sapessi quantiprogetti con mio marito e con i figli più grandi. Poi la tragedia ero già alla fine del quinto mese, ero stata tutto il tempo a letto, e ho perso il bimbo. Ci sono voluti mesi prima che mi riprendessi. Non sono per l’aborto, bisognerebbe stare attenti prima maquando succede ogni donna deve poter decidere. Ogni donna ha il diritto di decidere e tutti i medici dovrebbero capire. Mail mondo non vuol capire e si nasconde dietro alla fede alla religione e via così. Solo perchè non ha iltempo di fermarsi e capirecosa prova una donna quando aspetta il figlio di uno stupro, di una violenza o quando quel figlio arriva in un momento difficile.Bisognerebbe educare sin da piccoli a capire a saper valutare a conoscere. Ma quando succederà………..Grazie per questo postmolto bello, drammatico ma vero un bacio nonna Tina

  8. Ƹ̵̡Ӝ̵̨̄Ʒ Exo Says:

    ogni volta che mi imbatto in questa lettera mi si accappona la pelle..su youtube c’è addirittura un video che mostra l’urlo muto del bimbo mentre viene praticato l’aborto..è un video impressionante..il grido silenzioso di chi non può difendersi da chi dovrebbe potreggerlo e invece lo uccide…io sono mamma e ancora più tutto questo mi appare assurdo e inumano…Adry e Lucetta mia un bacio

  9. Finalmente carissima Adriana riesco ad entrare nel tuo blog, ieri mi è sato impossibile, bellissima e drammatica la lettera…hai affrontato con coraggio un argomento delicato …. per una donna resta sempre una decisione e una ferita lacerante, per sempre. Ho letto tutti i commenti e condivido le opinioni di tutti, perchè l’ argomento va affrontato a 360° sotto tutti gli aspetti ma forse è questo il problema: la donna ancora oggi è sola e resta sola ad affrontare una grave e difficile decisione, nonostante sono stati fatti molti passi avanti .E’ mia opinione che la legge sull ‘aborto ha un solo merito se così vogliamo chiamarlo, quello di aver combattuto la piaga degli aborti clandestini (affidati anche a sciamane!) ma doveva essere affiancata da un valido supporto psicologico in grado di assistere qualsiasi donna, giovane o non, nella difficile decisione da prendere, non lasciarla sola, con leggi che dovrebbero aiutare anche sotto il profilo economico donne costrette ad interrrompere la gravidanza, per motivi di lavoro. E’ una scelta che appartiene solo alla donna? Si la donna ha il diritto di decidere, ma anche di essere aiutata………prima, dopo è troppo tardi.Un’ abbraccio, buona serata

  10. MI SONO VENUTI I BRIVIDI…NON VOGLIO DIRE TANTE PAROLE AMICA ,PERCHE QUESTE PAROLE SO CHE FANNO MOLTI BATTITI NEI CUORI DELLE DELLE DONNE CHE HANNO VISUTE QUESTE COSE…SONO TORNATA DALL’OSPEDALE POCO FA,NON TI PREOCCUPARE SONO I CONTROLLI CHE TI DICEVO E ANDIAMO ANCHE DOMANI PERO L ANSIA DEI RISULTATI ESISTE A TUTTIBACI BUON POMERIGGIO

  11. non si puo commentare dice tutto, la vita è sacra solo Dio la deve chiamare a se ma purtroppo non è cosi la mano ell’uomo la toglie spesso ciao ADRI

  12. Conoscevo questa lettera, e ti dico che leggendola ancora una volta,ho provato la stessa commozione.Sono convinto che con l’aborto si cancella una vita, e comunque nella donnaresterà sempre il segno di questa sua decisione.Ti auguro una buona serata, con amicizia, Vito

  13. Massimo Says:

    Veramente molto bella …..TRiste ……BUONA DOMENICA….ciaooo

  14. ANNA Sanna Says:

    Sono daccordo con Alessandro…se nn si desidera più un figlio meglio affidarlo a persone che hanno tanta voglia di donargli amore .E poi se si ha già la paura di rimanere incinta meglio prendere 1 precauzione prima di arrivare a queste orribili scelte.Segnano x tutta la vita e oltre…IN Geremia capitolo 1 versetto 4 della Bibbia stà scritto:prima che Io ti formassi nel grembo, ti ho conosciuto…credo di affermare che se hai Dio nel tuo cuore, sei pieno di AMORE e nn rifiuterai di riversarlo a quel frugoletto indifeso e senza colpe ,qualunque sia la natura del suo concepimento….I figli nn devono mai pagare gli errori dei genitori …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: