Posted in pensieri.. on giugno 24, 2019 by Adry

Forse è così la vita, ti manca sempre qualcosa. Stai col fiato sospeso e non sai perché vorresti qualcosa di più, qualcosa di impossibile, come volare.  

Vorresti fare qualcosa di stupendo che ci rendesse tutti un po’ più contenti e possibilmente meno stronzi, e poi ti guardi intorno e dici: io qui se sopravvivo è già tanto. E ti accontenti di volare di notte, quando sogni.

 

Margherita Giacobino

 

 

Posted in pensieri.. on giugno 19, 2019 by Adry

 

Quando manchiamo a noi stessi, tutto ci manca.

  • Johann W. Goethe

 

 

Così è la mia vita, un affresco molteplice e variabile che solo io posso decifrare e che mi appartiene come un segreto.

La mente seleziona, esagera, tradisce, gli avvenimenti si sfumano, le persone si dimenticano e alla fine rimane solo il percorso dell’anima, quei rari momenti di rivelazione dello spirito. 

Non interessa ciò che mi è accaduto, ma le cicatrici che mi segnano e mi distinguono.

Isabel Allende

 

Posted in poesie... on giugno 11, 2019 by Adry

In un momento
Sono sfiorite le rose
I petali caduti
Perchè io non potevo dimenticare le rose
Le cercavamo insieme
Abbiamo trovato delle rose
Erano le sue rose erano le mie rose
Questo viaggio chiamavamo amore
Col nostro sangue e colle nostre lagrime facevamo le rose
Che brillavano un momento al sole del mattino
Le abbiamo sfiorite sotto il sole tra i rovi
Le rose che non erano le nostre rose
Le mie rose le sue rose

E così dimenticammo le rose.

In un momento, Dino Campana

Posted in poesie... on maggio 24, 2019 by Adry

 

 

Acqua, fuoco e poi la cenere
e le ossa dentro la cenere,
l’aria trema attorno alla Terra.
Dove sono le foglie verdi, l’erba, i piselli
col dito delle donne che li staccava dalla buccia?
Dove sono le rose e la chitarra, i cani e i gatti,
i sassi e le siepi di confine,
le bocche che cantavano, i calendari, i fiumi,
e le tette piene di latte? Dove sono le favole
se le candele spente non fanno più lume?
Dov’è il Tempo con tutti i giorni della settimana,
le ore e i secondi che battono?
Il Sole gira e si muovono le ombre
della roba che sta ferma.
E io dove sono? Dov’è il tale?
Venezia che si è affogata
è un mucchio di ossa bianche sotto il mare.
Ma verrà il giorno che dalla porta del cielo
cadrà giù una voce dentro la polvere.
Comanderà che venga fuori l’uomo
che ha inventato tutto quanto:
la ruota, gli orologi, i numeri,
e le bandiere per le strade.
Allora si alzerà Adamo e a testa alta
andrà sotto quella Luce Grande
per dire che il miele che ci ha dato
era in cima a una spada.

Tonino Guerra, da Il miele (1981)

 

 

 

 

Posted in pensieri.., poesie... on aprile 30, 2019 by Adry

 

Così, uniti e divisi – tu là – io qui – dovremmo rimanere con la porta socchiusa come due oceani.

Emily Dickinson

Il vento sulla pelle,
tra i capelli, dentro
la bocca, nelle narici.

Gli occhi spalancati pieni di vento.
Il vento sulle case,
sulle finestre, sulle porte,
che scivola sui chiavistelli;
tra le sbarre dei balconi
e le fessure
e per i vicoli stretti.
Il vento che spazza
le vie della città
e scompiglia i tuoi capelli
e i miei.
Il vento che ci penetra dentro
il corpo.
E noi due che camminiamo
controvento.

Montserrat Abelló

 

 

 

 

 

Posted in poesie... on aprile 25, 2019 by Adry

 

 

“Davvero sappiamo vivere solo dopo la sconfitta,
le amicizie si fanno più profonde,
l’amore solleva attento il capo.
Perfino le cose diventano pure.
I rondoni danzano nell’aria,
a loro agio nell’abisso.
Tremano le foglie dei pioppi,
solo il vento è immoto.
Le sagome cupe dei nemici si stagliano
sul fondo chiaro della speranza.
Cresce il coraggio.”

Adam Zagajewski

 

 

Posted in poesie... on aprile 14, 2019 by Adry

Apri i tuoi occhi
è Proserpina che ti viene incontro
è un vento leggero
che odora di zagara
ma viene da lontano
eco di voci raccolte nel deserto;
lo seguono, speranzoso il loro passo,
non chiuderti muro di silenzio.
Apri alla gioia
che questa stagione ti dona
riempiti otre di capra
e riversala nella tua stanza
quando ti sembrerà vuota.
E’ finito l’ozio forzato
è tempo di raccogliere il bastone
di rimettersi in viaggio
discuterai ancora con te stesso
lungo le vie del mondo
ma il paesaggio che attraversi ogni giorno
ti darà conforto,
belle sono le vie
che in Sicilia
Primavera percorre.

Foto e poesia di Salvatore Maurici