Posted in i miei poeti preferiti, pensieri.. on agosto 2, 2020 by Adry

Non posso dire
di essere andato all’inferno
per il tuo amore,  
ma spesso  
mi sono trovato lì
in cerca di te.

William Carlos Williams, da Viaggio verso l’amore

 

Posted in pensieri.., poesie... on luglio 25, 2020 by Adry

Due strade divergevano in un bosco giallo
e mi dispiaceva non poterle percorrere entrambe
ed essendo un solo viaggiatore, rimasi a lungo
a guardarne una fino a che potei.

Poi presi l’altra, perché era altrettanto bella,
e aveva forse l’ aspetto migliore,
perché era erbosa e meno consumata,
sebbene il passaggio le avesse rese quasi simili.

Ed entrambe quella mattina erano lì uguali,
con foglie che nessun passo aveva annerito.

Oh, misi da parte la prima per un altro giorno!
Pur sapendo come una strada porti ad un’altra,
dubitavo se mai sarei tornato indietro.

Lo racconterò con un sospiro
da qualche parte tra anni e anni:
due strade divergevano in un bosco, e io –
io presi la meno percorsa,
e quello ha fatto tutta la differenza.

Robert Frost

 

Posted in musica, Uncategorized on luglio 6, 2020 by Adry

UN ALTRO GRANDE DELLA MUSICA CI HA LASCIATO.

Orgogliosa di aver partecipato ad un dei suoi concencerti, vederlo e sopratutto ascoltarlo dal vivo è stata una grande emozione.

Grazie Maestro per le opere che ci ha donato è stato immenso..

Buon viaggio e che la terra le sia lieve ❤

Posted in pensieri.. on luglio 6, 2020 by Adry

pensieri di qualcosa che è ormai lontana….

Posted in pensieri.. on maggio 10, 2020 by Adry

 

È difficile dire con parole di figlio
ciò a cui nel cuore ben poco assomiglio.

Tu sei la sola al mondo che sa, del mio cuore,
ciò che è stato sempre, prima d’ogni altro amore.

Per questo devo dirti ciò ch’è orrendo conoscere:
è dentro la tua grazia che nasce la mia angoscia.

Sei insostituibile. Per questo è dannata
alla solitudine la vita che mi hai data.

E non voglio esser solo. Ho un’infinita fame
d’amore, dell’amore di corpi senza anima.

Perché l’anima è in te, sei tu, ma tu
sei mia madre e il tuo amore è la mia schiavitù:
ho passato l’infanzia schiavo di questo senso
alto, irrimediabile, di un impegno immenso.

Era l’unico modo per sentire la vita,
l’unica tinta, l’unica forma: ora è finita.

Sopravviviamo: ed è la confusione
di una vita rinata fuori dalla ragione.

Ti supplico, ah, ti supplico: non voler morire.
Sono qui, solo, con te, in un futuro aprile…

La Ballata delle Madri – Pier Paolo Pasolini

 

 

 

 

Posted in pensieri.. on aprile 29, 2020 by Adry

“Esprimete ciò che sentite, non abbiate paura delle conseguenze perchè il tempo non fa sconti per nessuno. Amate, odiate, buttatevi a capofitto in ogni cosa vi dia emozioni forti. Le persone sono lo spettacolo più bello al mondo. E non si paga il biglietto. “

– Charles Bukowski –

 

 

 

Posted in poesie d'amore on aprile 16, 2020 by Adry

una triste notizia: muore per covid 19 un grande scrittore e poeta cileno

Luis Sepùlveda, che la terra ti sia lieve ….

————————

“La più bella storia d’amore”

L’ultimo suono del tuo addio,
mi disse che non sapevo nulla
e che era giunto
il tempo necessario
di imparare i perché della materia.
Così, tra pietra e pietra
seppi che sommare è unire
e che sottrarre ci lascia
soli e vuoti.
Che i colori riflettono
l’ingenua volontà dell’occhio.
Che i solfeggi e i sol
implorano la fame dell’udito.
Che le strade e la polvere
sono la ragione dei passi.
Che la strada più breve
fra due punti
è il cerchio che li unisce
in un abbraccio sorpreso.
Che due più due
può essere un brano di Vivaldi.
Che i geni amabili
abitano le bottiglie del buon vino.
Con tutto questo già appreso
tornai a disfare l’eco del tuo addio
e al suo posto palpitante a scrivere
La Più Bella Storia d’Amore
ma, come dice l’adagio
non si finisce mai
di imparare e di dubitare.
E così, ancora una volta
tanto facilmente come nasce una rosa
o si morde la coda una stella fugace,
seppi che la mia opera era stata scritta
perché La Più Bella Storia d’Amore
è possibile solo
nella serena e inquietante
calligrafia dei tuoi occhi.

(Luis Sepulveda)

Posted in i miei poeti preferiti on aprile 15, 2020 by Adry

“Ti ringrazio, cuore mio:
non ciondoli, ti dai da fare
senza lusinghe, senza premio,
per innata diligenza.”

Ti ringrazio, cuore mio:
non ciondoli, ti dai da fare
senza lusinghe, senza premio,
per innata diligenza.

Hai settanta meriti al minuto.
Ogni tua sistole
è come spingere una barca
in mare aperto
per un viaggio intorno al mondo.

Ti ringrazio, cuore mio:
volta per volta
mi estrai del tutto,
separata anche nel sonno.

Badi che sognando non trapassi in quel volo,
nel volo
per cui non occorrono ali.

Ti ringrazio, cuore mio:
mi sono svegliata di nuovo
e benché sia domenica,
giorno di riposo,
sotto le costole
continua il solito viavai prefestivo.

 

Wislawa Szymborska

 

Posted in i miei poeti preferiti on marzo 6, 2020 by Adry

 

Non credo che tu sia

la persona in grado

di guarirmi

dalle ferite interiori;

ma forse,

in questa fase

della mia vita,

non ho tanto bisogno

di un medico

quanto di una persona

che ha una ferita

simile alla mia.

 

Posted in pensieri.. on febbraio 17, 2020 by Adry

Sii prudente.
La tua vita apri
solo a venti che portano carezza
di lontananza.
Sii prudente, ma non vigliacco:
non far finta di vivere.
Apri la tua vita,
apri le finestre al presagio di primavera.
Lascia entrare i venti
che ti parlano di lontananza,
di ignoto, di svolte e bivi e sentieri;
che ti spingono verso nuovi orizzonti.
È tempo di andare,
tempo di mettersi in cammino.
Tempo di ricominciare a respirare.

Nathan Zach